Città degli Hotel Abbandonati: VOL 2

Also available in: Inglese

Due altri enormi blocchi di cemento s’innalzano sulla città di Montegrotto. Scrutando l’orizzonte, s’interrogano sul perché i piccoli esseri di pelle e ossa non abitassero più le loro cavità….

City of Abandoned Hotels: VOL 1

Posizione

L’hotel Mondial e San Marino sono praticamente attaccati e costruiti nello stesso lotto di terreno. La via dove sono stati lasciati abbandonati è “corso delle terme 186”.

Storia

Nel 2011, a causa della crisi, gli Hotel Mondial e San Marino sono falliti. Nel 2015, inconcludenti tentativi di mettere all’asta gli ex hotel termali hanno portato a tre nuove gare d’asta nel 2016.

Il primo esperimento di gara era stato fissato per le ore 10 del 18 ottobre e i due hotel sono stati messi all’asta partendo da una base di 3.750.000 euro. La seconda gara d’asta è stata invece fissata per il 18 novembre, alle ore 9, partendo da una cifra ribassata di 3.250.000 euro. Il terzo e ultimo esperimento di gara era in programma invece il 20 dicembre, alle ore 9, con una base d’asta di 2.950.000 euro. E proprio al terzo tentativo gli stabilimenti termali sono stati aggiudicati alla famiglia Scapin, già titolare ad Abano degli hotel All’Alba e Palace Meggiorato. L’acquisto delle due strutture alberghiere rientra in una strategia aziendale. Infatti, la famiglia Scappini ha da tempo un sogno: costruire un parco acquatico alle terme. Nell’area degli hotel Mondial e San Marino dovrebbe quindi sorgere un parco acquatico, che di fatto sarà tre volte più grande di quello pensato nell’area “bocciata” ad Abano.

Hotel San Marino

Ogni stanza ha la propria storia, ogni albergo il proprio destino.

Il vuoto e il degrado si presentano all’interno delle stanze numerate. Di chiavi nessuno ne ha bisogno: le porte sono aperte al visitatore di turno e a chi, per una notte o più, avesse bisogno di un tetto e un giaciglio dove stare. Spesso gli ultimi piani sono i “luoghi di soggiorno” preferiti dai visitatori abituali del posto. Materassi sono buttati alla rinfusa e occupano corridoi bui e maleodoranti. L’umidità regna sovrana, penetrando pareti che il sole non riuscirebbe mai colpire e tantomeno raggiungere con i suoi raggi.

Ci si rilassa nelle piscine all’aperto munite ancora di sdrai, sedie, salvagenti, ripostigli per riporre le proprie cose. Per chi abbia voglia di fare attività fisica esiste pure un campo da tennis.

Hotel Mondial

Il gigante del Mondial appare davanti a noi con tutta la sua imponenza e altezza (i piani non non sono riuscito a contarli ma sicuramente superavano la dozzina). I suoi interni nascondono aree SPA, un’altra piscina, e ciò che impressiona maggiormente: una hall piena di poltrone colorate. Ahhhhh ed eccoci con la foto di gruppo ragazzi!

Stop and take a photo

Una reception colma di documenti anneriti dalla polvere e foto sbiadite dal tempo coprono gli anni d’oro di quello che era uno degli hotel più lussuoso della città. In concomitanza con la reception si trova la sala da pranzo la sala d’attesa. Dopo essere passati per il piano meno uno ed aver curato mente e corpo con un bel trattamento e massaggio, ci avviamo su per le scale a chiocciola. A guardarle dal basso sembrano davvero nom aver fine! Mano mano che saliamo esploriamo ogni piano anche se, dopo il quarto, decidiamo di non dedicarci troppo tempo e raggiungere subito l’ultimo.

Le condizioni delle stanze sono parecchio migliori rispetto all’hotel precedente. Spesso si nascondono oggetti di una vita passata di alcuni senzatetto : di bustine disinfettanti ne abbiamo trovate a migliaia. Arrivati all’ultimo piano troviamo sbarrato il passaggio che porta direttamente al tetto. Attaccato alle inferiate un cartello con su scritto: attenzione area video sorvegliata, non è rimasto più niente da rubare!

Stalker per oggi ha concluso e anche questa volta la sua esplorazione l’ha fatta.

Lascia un commento