Hänsel e Gretel: la continuazione di una storia

Also available in: Inglese Russo

Avete mai pensato a dove i fratelli Hänsel e Gretel, dopo esser usciti indenni dalla strega cattiva ed esser diventati adulti, sono andati a vivere? Noi del gruppo stalker abbiamo avuto qualche idea, e abbiamo perfino trovato quello che potrebbe essere la continuazione della fiaba germanica dei fratelli Grimm. La loro avventura continua a Villa Estense, piccolo comune di 2000 abitanti nelle campagne del Padovano.

Posizione 

La casetta delle fiabe si trova a Villa Estense, non molto distante dal centro. A lato della strada troverete questa casa immersa nel verde e sommersa da alcuni rampicanti. Per entrare non dovrete nemmeno scomodarvi di scavalcare cancelli o passare sotto qualche rete in quanto è tutto aperto.

Non esistono nemmeno dei guardiani che controllano la zona, se non gli spiriti dei due fratelli che vi perseguiteranno durante tutta l’esplorazione!!

Storia

Ok, ora dobbiamo comunicarvi che la nostra storia non riguarda Hansel e Gretel ma due altri fratelli: Nelly e Alice.

È così che potrebbero apparire Alice e Nelly. Difatti non esistono foto, soltanto ritratti o disegni sparsi per la casa che li ritraggono.

Entrambi insegnanti, un giorno hanno capito di non essere adatti per questo tipo di lavoro e così decidono di abbandonare tutto per seguire la loro vera passione: l’arte. La loro vita era simile a quella di due Eremiti, senza acqua, elettricità e gas. Non parlavano mai con gli abitanti della loro piccola città di campagna e mangiavano esclusivamente il cibo che cresceva nel loro giardino.

Alice era sempre in casa, mentre Nelly a volte andava al mercato locale per vendere alcuni dei loro lavori e comprare nuove vernici.

Poi nel 2007 Alice muore e per suo volere viene sepolta con indosso pelliccia e scarpe di pitone. Da quel momento Nelly abbandona la casa e, prima di raggiungere la sorella nell’aldilà, finisce in due case di riposo dove ogni giorno racconta di quanto importante fosse per lui sua sorella.

Leggende 

A causa del loro strano modo di vivere girano molte voci riguardanti questi due fratelli. Alcuni parlano di un giardino incantato che incantava e attirava i bambini che poi a sua volta venivano catturati, uccisi e mangiati. Si ritiene inoltre che i resti siano stati sepolti in una fossa nella parte posteriore del giardino.

La seconda leggenda riguarda il padre dei fratelli il quale si riteneva fosse una spia per conto dei tedeschi durante la seconda guerra mondiale. Dopo la liberazione da parte degli Alleati e dai partigiani decise di rifugiarsi in questa casa di campagna, dove vi morì pochi anni dopo.

Descrizione 

Il primo pensiero che  passa per la mente, dopo esser entrato in questo mondo delle favole, è quello di essere finiti dentro una specie di museo. Gli alberi e l’erba che crescono spontaneamente e rigogliosi fanno parte di questo mondo fantasioso ricco di melodie.

Le statue accolgono calorosamente gli ospiti: un gatto e un coniglio vestiti di tutto punto ci danno il benvenuto nella loro casa. A fare compagnia a questi due animaletti ci sono alcuni principi e principesse e diverse varietà di animali fantasiosi . Altre statue invece non sono in condizione di parlarci e rimangono distese sul pavimento, prive di arti e alcune perfino con la testa mozzata.

Nel giardino incantato, dopo non molto che lo si visita, è possibile ancora ascoltare alcune voci. Opere d’arte, statue, quadri prendono vita e parlano, facendo domande su quale sia la nostra storia e allo stesso tempo raccontando la loro.

Tutto attorno a noi è vivo! Ciò che i due artisti hanno messo nelle loro opere era la loro anima, e questa è l’anima di qualcuno che ha dedicato tutta la vita alla sua passione.

Il passo successivo è stato quello di entrare dentro la casa … e l’unica parola che è venuta fuori dalle nostre bocche è stato un sonoro “woooow!”. Tutta la casa è dipinta con varie storie fiabesche. Mentre cerchiamo di scoprire qualche indizio in più sulla vita dei due giovani fratelli, veniamo a conoscenza che Nelly e Alice sono grandi fan di Hans Andersen!

Più continuiamo con la nostra esplorazione, più “wow” in automatico escono dalla nostra bocca. In due stanze diverse scopriamo due televisori. Ricordiamo che Nelly e Alice non avevano elettricità, quindi cosa ci fanno due televisori in casa? Ecco un altro pezzo di design che va ad arricchire la loro collezione di capolavori: sopra gli schermi sono state dipente due foto in omaggio a Katia Riciarelli e Luciano Pavarotti.

(“Perché hai bisogno  di una televisione quando sei già nel mondo delle fiabe?..”).

Da dentro la casa, attraverso le finestre, è possibile spiare i “guardiani” del luogo. Questi piccoli uomini colorati, simili a marionette, stanno sull’attenti in piedi su alcuni piedistalli fuori dall’ingresso. Alquanto inquietante e spaventoso quando involontariamente vengono illuminati dalla luce delle nostre torce.

La casa si erge su due piani, e al secondo troviamo delle scale che portono fin sopra il tetto. Purtroppo è sera, quindi attorno a noi abbiamo solo alberi, buio e il filo di nebbia che lambisce le nostre teste …).

In un’altra stanza, sparsi per il pavimento e buttati alla rinfusa nell’armadio, troviamo vecchi vestiti e vecchi ricordi degli anni ’80.

Lasciamo questa casa a tarda notte, consapevoli di aver visitato uno dei posti abbandonati più incredibili e speciali della nostra vita.

Fine!

… PS: Fatto che è successo a Jacopo
Quando era più giovane, 10 anni fa, accidentalmente ha raggiunto questa casa con un suo amico. Pensando fosse abbandonata, decisero di visitarla ma purtroppo tutte le porte erano chiuse a chiave. Dopo pochi minuti un vecchio uscì dalla finestra urlando qualcosa come: “no-no, vai via da qui, vai all’inferno”.

Proprio ora capisce chi era quell’uomo … Nelly !! Tetterettteeee. ..Tetterettteeee! Fu!

 

Sulla mappa