La Chiesa di Falealupo

Also available in: Inglese

Nel 1990 si sono abbattute sul villaggio di Falealupo le gigantesche onde dell’uragano Ofa. Gli unici resti a memoria della terribile tragedia sono le rovine della chiesa cattolica di Falealupo.

Posizione

Le rovine della chiesa cattolica di Falealupo sono situate a Savai’i, nell’isola più grande dell’arcipelago delle Samoi, a nord-est della penisola.  Luogo storico e turistico, non avrete nessun problema a raggiungerlo e ancora meno a visitarlo.

Storia

Sia la chiesa che il villaggio furono rasi al suolo dalla furia distruttiva delle onde anomale create dall’uragano Ofa nel febbraio del 1990.

Infatti, l’ondata di tempesta del ciclone e l’effetto combinato delle mareggiate e dell’alta marea ha causato il caos in diversi paesi ed è stata la principale causa di distruzione.

Il ciclone Ofa per questo è stato considerato il peggiore ciclone tropicale che abbia mai colpito la Polinesia dai tempi del ciclone Bebe del ‘72.

Western Samoa è stato il paese  più danneggiato tra  tutti, con i suoi 130 milioni di dollari di danno.

Durante e dopo il ciclone, gli abitanti di Falealupo nuotarono dal villaggio fino alla scuola elementare al nord o si mossero verso l’entroterra, lasciando la penisola quasi deserta.

La chiesa cattolica, nonostante tutto, rimane in piedi, come monumento dedicato al coraggio e all’amore verso la gente di Falealupo.

La popolazione di Samoa è per il 99% Cristiana secondo le stime del sito della chiesa cattolica dello stato indipendente di Samoa.

I missionari cattolici arrivarono a Samoa nel 1845 e al giorno d’oggi i cattolici sono più o meno il 20% della popolazione totale

Descrizione

Parcheggiato il nostro motorino, non ci mettiamo molto per visitare le rovine. Col sole di mezzogiorno che colpisce duramente le nostre teste, camminiamo molto pigramente e ci meravigliamo di tanto in tanto di fronte a codeste rovine. Calpestando la nuda pietra con le nostre piante dei piedi la nostra immaginazione prende vita. Cominciamo a immaginare gli eventi e il disastro naturale accaduto anni fa: la pioggia, la tempesta, l’uragano, le urla e la paura. Totalmente il contrario di ciò che possiamo vedere con i nostri occhi in questo momento. Lasciamo il posto con la malinconia.

On the Map:

 

“Ill winds of Ofa”. Islands business, March 1990 (PDF). 1990. Retrieved September 20, 2015.

Prasad, Rajendra (May 3, 1990). Tropical Cyclone Ofa, January 31 – February 7, 1990 (PDF) (Tropical Cyclone Report 90/4). Fiji Meteorological Service. Archived from the original (PDF) on February 13, 2014. Retrieved May 12, 2014.

Lascia un commento